Coldiretti/Eurispes – Rapporto “Agromafie” sui crimini agroalimentari in Italia

italian-cheese-kit-tuttacronaca14 miliardi di euro è il volume di affari delle agromafie riferito al 2013. Questo è quanto emerge da una denuncia nel rapporto curato da Coldiretti ed Eurispes presentato a Cernobbio al Forum Internazionale dell’agricoltura e dell’alimentazione. Si parla di numeri e cifre veramente da capogiro, se si pensa che il business delle agromafie è aumentato del 12% nell’ultimo anno, un dato davvero allarmante soprattutto perchè tra gli affari maggiori delle cosche criminali vi è quello di impadronirsi dei terreni destinati all’agricoltura e riutilizzarli come discariche, riversandoci il più delle volte rifiuti tossici.

Quello della contaminazione dei suoli è un problema che non interessa più soltanto la Campania, bollata come “Terra dei fuochi”, ma bensì tutto il nostro bel paese. Con ben 725 mila ettari di aree gravemente inquinate i terreni agricoli contaminati dall’interramento di rifiuti tossici hanno raggiunto in Italia un’estensione pari a quella del Friuli Venezia Giulia. Ma il business malavitoso non si ferma qui, la malavita si inserisce anche nel trasporto dei prodotti delle campagne, nella distribuzione e persino nel consumo, tant’è che la direzione nazionale antimafia ha stimato che 5 mila locali della ristorazione sono in mano alla criminalità organizzata.

Per ciò che riguarda la contraffazione e la falsificazione dei prodotti alimentari Made in Italy, Coldiretti avverte che questa costa all’Italia trecentomila posti di lavoro che si potrebbero creare nel Paese, con una seria azione di contrasto a livello nazionale ed internazionale.

L’ultima trovata per ciò che concerne la contraffazione viene dalla Gran Bretagna dove è in vendita un kit per la produzione (ovviamente non autorizzata) di formaggi italiani protetti da marchi di qualità come il Parmigiano Reggiano, il Pecorino Romano e la nostra amata Mozzarella di bufala. I kit per la produzione di parmigiano costano 102,38 sterline, pari a circa 120 euro mentre quello per la mozzarella costa 25 sterline, pari a 30 euro. Nelle istruzioni di quest’ultimo si legge così: “La mozzarella non è il formaggio più facile da fare e richiede un po’ di pratica per perfezionare l’operazione di estensione della cagliata. Se i vostri primi due tentativi sono deludenti non fatevi scoraggiare. Sarete ricompensati”. Sembra quasi uno scherzo, ma purtroppo non lo è.

Notizie D'Origine Controllata

  • Nell’area espositiva anche degustazioni, show cooking, workshop tecnico scientifici Dal 26 al 29 Maggio il DMed, ex Tabacchificio Capaccio Paestum  A soli mille metri dall’area archeologica, negli spazi dell’ex Tabacchificio di Capaccio Paestum, apre  DMed – Salone della Dieta Mediterranea in programma dal 26 al 29 Maggio 2022. Qui prenderà [...]

  • Il 2021 è stato l’anno del record assoluto di produzione per la mozzarella di bufala campana Dop. Sono stati prodotti 54.481.000 chilogrammi di mozzarella a marchio Dop, superando anche i livelli pre-pandemia e mettendo a segno un +7,5% sul 2020 e un +8,5% sul 2019.  Per la prima volta oltre [...]

  • Un piatto tutto da scoprire, questi Tortelli di bufala, latte cagliato e olio ravece dello chef Paolo Barrale del Ristorante Marennà, suggerito per Team Costa del Cilento. Proprio il suo ristorante, grazie alla Stella Michelin ottenuta nel 2009, è espressione massima della cultura dell’accoglienza di Feudi e di San Gregorio. [...]

  • Un comparto dal valore di 1,2 miliardi l’anno e che impiega ben 11 milioni di persone, quello della mozzarella di bufala campana Dop. E che l’emergenza Coronavirus non ha risparmiato. Nei primi quindici giorni di lockdown, il fatturato è diminuito del 60%, per il mese di marzo del 35%. A incidere, [...]

  • Dodici mesi per 50 milioni di chili di mozzarella di bufala campana Dop. Il 2018 è stato l’anno dei record per il nostro oro bianco, con un aumento di circa il 20 per cento sia nella produzione che nelle vendite, conferma di un trend di crescita ormai consolidato. «Un aumento [...]

  • No alle fake news, sì alle buffalo news. Il Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop, in collaborazione con il mensile Leggere:tutti, per celebrare l’Anno del Cibo italiano nel mondo ha indetto il concorso “Ti racconto una bufala”, un contest letterario per la realizzazione di brevi racconti (massimo 6.000 [...]

  • Sta per partire il secondo anno di studi della Scuola di formazione lattiero casearia del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop, presso le Reali Cavallerizze della Reggia di Caserta. La scuola ambisce a formare le future figure chiave del comparto, dai casari ai manager dell’export fino agli [...]

  • Gastronomia, solidarietà, intrattenimento: questi alcuni degli ingredienti della Festa solidale del sorriso “Sapori di bufala”, organizzata dall’Associazione Arcobaleno Marco Iagulli Onlus, in via Rosa Jemma. La manifestazione, giunta alla quarta edizione, è in programma presso l’area esterna dell’Istituto “Enzo Ferrari” di Battipaglia da venerdì 21 a domenica 23 settembre. A [...]

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons.