Scelta dall’Unione Europea per partecipare alla sedicesima edizione della fiera internazionale FHC Cina, come prodotto rappresentativo del paniere agroalimentare italiano, insieme al Prosciutto di Parma, la mozzarella di bufala campana dop ha riscosso grande consenso ed ha attirato attenzione di buyer, distributori, importatori e giornalisti dedicati al settore della vendita di prodotti tipici.

La manifestazione dedicata al cibo, al vino, all’ospitalità e ai servizi di settore, ha visto la mozzarella di bufala campana dop al centro di numerose iniziative: un workshop che ha illustrato la filiera di produzione completato da una gustosa degustazione finale; un cooking show tra prodotti tipici di qualità ed un’esclusiva intervista al direttore Consorzio di Tutela Antonio Lucisano, da parte della rivista Restaurant Review, un prestigioso magazine cinese dedicato alla ristorazione, con una tiratura di circa 400.000 copie.

Al centro di tutte le attività in programma l’annoso problema della contraffazione della mozzarella di bufala. Per questo motivo, come ha sottolineato il direttore Lucisano, sono stati programmati, in collaborazione con l’ufficio ICE di Shanghai, degli incontri con pizzaioli e ristoratori cinesi, con l’obiettivo di far conoscere la differenza tra la mozzarella di bufala campana dop e le sue imitazioni. Un’ulteriore iniziativa per far apprezzare il prodotto italiano nel mondo, garantendone qualità ed origine controllata.

Notizie D'Origine Controllata

  • Dodici mesi per 50 milioni di chili di mozzarella di bufala campana Dop. Il 2018 è stato l’anno dei record per il nostro oro bianco, con un aumento di circa il 20 per cento sia nella produzione che nelle vendite, conferma di un trend di crescita ormai consolidato. «Un aumento [...]

  • No alle fake news, sì alle buffalo news. Il Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop, in collaborazione con il mensile Leggere:tutti, per celebrare l’Anno del Cibo italiano nel mondo ha indetto il concorso “Ti racconto una bufala”, un contest letterario per la realizzazione di brevi racconti (massimo 6.000 [...]

  • Sta per partire il secondo anno di studi della Scuola di formazione lattiero casearia del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop, presso le Reali Cavallerizze della Reggia di Caserta. La scuola ambisce a formare le future figure chiave del comparto, dai casari ai manager dell’export fino agli [...]

  • Gastronomia, solidarietà, intrattenimento: questi alcuni degli ingredienti della Festa solidale del sorriso “Sapori di bufala”, organizzata dall’Associazione Arcobaleno Marco Iagulli Onlus, in via Rosa Jemma. La manifestazione, giunta alla quarta edizione, è in programma presso l’area esterna dell’Istituto “Enzo Ferrari” di Battipaglia da venerdì 21 a domenica 23 settembre. A [...]

  • Il comparto della mozzarella di bufala si è confermato in ottima salute anche nel primo semestre del 2018. Come comunicato dal Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop, da gennaio a giugno 2018 la produzione ha registrato un incremento del 4,4%. Negli ultimi due anni si è raggiunto [...]

  • Battipaglia celebra la sua “regina”. Da venerdì 24 a domenica 26 agosto, presso lo stadio comunale “Luigi Pastena” di Battipaglia, si terrà la terza edizione dell’evento gastronomico “La Zizzona di Battipaglia in festa”, organizzato dalla Pro Loco ‘A Castelluccia, dal Caseificio La Fattoria e da Radio Castelluccio con il patrocinio [...]

  • A circa un anno dall’inizio della querelle, il Tar del Lazio ha bocciato il ricorso da parte della Campania contro il riconoscimento del marchio Dop per la Mozzarella di latte vaccino di Gioia del Colle. La motivazione risiede nella differente tipologia di latte – da un lato di bufala, dall’altro [...]

  • Il primo ricettario del Team Costa del Cilento, squadra di cuochi che omaggia la cucina cilentana e la Dieta mediterranea, non poteva che riservare un ruolo da protagonista alla mozzarella di bufala. Tra le ricette più interessanti c’è quella ideata dallo chef Giuseppe Gaudino di Torre Bassano, a Torre del [...]

Licenza Creative Commons
Quest’opera è distribuita con Licenza Creative Commons.