etichettatura-latticiniAncora una buona notizia per la sicurezza della mozzarella. L’Unione Europea non ha sollevato obiezioni alla richiesta italiana di adottare l’etichettatura obbligatoria per il latte e i prodotti lattiero-caseari. È scaduto infatti il 14 ottobre il termine per opporsi all’obbligatorietà dell’indicazione geografica per latte e latticini. Ora l’Italia, come la Francia, potrà utilizzare l’etichettatura obbligatoria per un periodo sperimentale di due anni. Fino ad oggi l’obbligo riguardava solo il latte fresco, mentre con le nuove regole verrà esteso a tutti i prodotti aventi come ingrediente principale il latte. L’entrata in vigore è prevista 60 giorni dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, dunque è auspicabile per il 1° gennaio 2017.

Tre le indicazioni che dovranno accompagnare il prodotto: paese di mungitura, paese di condizionamento e
paese di trasformazione (qualora siano diversi l’uno dall’altro). Se le operazioni avvengono i più paesi dell’Unione, allora si potranno indicare sull’etichetta le seguenti diciture: “miscela di latte di Paesi Ue”, “miscela di latte di Paesi non Ue” etc.

“Con l’etichettatura di origine – ha commentato con soddisfazione il presidente Coldiretti, Roberto Moncalvo – si dice finalmente basta all’inganno del falsoetichettatura-mozzarella Made in Italy: oggi tre cartoni di latte a lunga conservazione su quattro venduti in Italia sono stranieri, così come la metà delle mozzarelle sono fatte con latte o addirittura cagliate provenienti dall’estero, ma nessuno lo sa perché non è obbligatorio riportarlo in etichetta”.

Insomma, se la filiera della mozzarella di bufala campana dop – a meno di un anno dalla legge sulla tracciabilità – ha già raggiunto risultati importanti in termini di tracciabilità, l’etichettatura obbligatoria potrebbe aumentare anche la trasparenza sui prodotti al di fuori dell’area di origine protetta, rendendo l’esperienza di consumo dei latticini sempre più sicura, oltre che piacevole.

Segnalaci le tue news attraverso la pagina Contatti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizie D'Origine Controllata

  • Si avvicina l’11esima edizione de Le Strade Della Mozzarella (LSDM), il congresso internazionale di cucina d’autore che ruota intorno al prelibato latticino. L’appuntamento è per mercoledì 23 e giovedì 24 maggio 2018 presso il Savoy Beach Hotel di Paestum (Sa). Il tema dell’edizione sarà Eat well and stay well, ovvero [...]

  • Ben cinque aziende produttrici di mozzarella di bufala campana tra la Piana del Sele e il Vallo di Diano rappresenteranno il nostro territorio a Cibus, Salone internazionale dell’alimentazione, in programma alla Fiera di Parma il 7 e l’8 maggio 2018. Andiamo a conoscerle. Caseificio Tre Stelle Padiglione 02 – Stand [...]

  • La mozzarella si conferma uno dei prodotti trainanti del nostro territorio. Quello che riunisce le aziende produttrici di mozzarella di bufala campana, infatti, è l’unico distretto della Campania – e uno dei tre del Sud – ad essere rientrato nella top 20 dei distretti italiani per performance di crescita e [...]

  • Secondo alcuni documenti risalenti al XIV secolo, la prima testimonianza storica della mozzarella di bufala è legata alla “saporosa”, mozzarella prodotta a Eboli, nella Piana del Sele. Terra che avrebbe quindi dato i natali al nostro prezioso oro bianco. La produzione e il consumo della mozzarella di bufala, secondo quanto [...]

  • Per il secondo anno la città di Battipaglia si prepara a celebrare uno dei suoi prodotti oggi più identificativi, anche grazie alla consacrazione nel film “Benvenuti al Sud”. Da venerdì 15 a domenica 17 settembre presso lo stadio “Luigi Pastena” torna “La Zizzona di Battipaglia in festa”. L’evento è promosso [...]

  • Dal 15 al 17 settembre, tre giorni di degustazioni, musica e intrattenimento, con protagonista l’oro bianco della Piana del Sele Torna per il terzo anno la Festa Solidale del Sorriso “Sapori di Bufala”, in programma da venerdì 15 a domenica 17 settembre, insieme alla 12° Edizione di “Donare la Speranza [...]

  • La mozzarella pugliese di latte vaccino ha ora la denominazione di origine protetta. La pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale ha ufficialmente riconosciuto il marchio Dop alla “Mozzarella di Gioia del Colle”. Il nome avrebbe dovuto essere inizialmente “Treccia della Murgia e dei Trulli”, così come si chiama l’associazione di produttori pugliesi [...]

  • Domani 4 agosto, a partire dalle ore 10:00 a Battipaglia, si svolgerà una manifestazione a difesa della mozzarella di Bufala Campana Dop, quella vera! Si tratta di una raccolta firme per dire no alla mozzarella congelata. Ad organizzare il presidio è stato il comitato “No alla Mozzarella di Bufala campana [...]

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons.