etichettatura-latticiniAncora una buona notizia per la sicurezza della mozzarella. L’Unione Europea non ha sollevato obiezioni alla richiesta italiana di adottare l’etichettatura obbligatoria per il latte e i prodotti lattiero-caseari. È scaduto infatti il 14 ottobre il termine per opporsi all’obbligatorietà dell’indicazione geografica per latte e latticini. Ora l’Italia, come la Francia, potrà utilizzare l’etichettatura obbligatoria per un periodo sperimentale di due anni. Fino ad oggi l’obbligo riguardava solo il latte fresco, mentre con le nuove regole verrà esteso a tutti i prodotti aventi come ingrediente principale il latte. L’entrata in vigore è prevista 60 giorni dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, dunque è auspicabile per il 1° gennaio 2017.

Tre le indicazioni che dovranno accompagnare il prodotto: paese di mungitura, paese di condizionamento e
paese di trasformazione (qualora siano diversi l’uno dall’altro). Se le operazioni avvengono i più paesi dell’Unione, allora si potranno indicare sull’etichetta le seguenti diciture: “miscela di latte di Paesi Ue”, “miscela di latte di Paesi non Ue” etc.

“Con l’etichettatura di origine – ha commentato con soddisfazione il presidente Coldiretti, Roberto Moncalvo – si dice finalmente basta all’inganno del falsoetichettatura-mozzarella Made in Italy: oggi tre cartoni di latte a lunga conservazione su quattro venduti in Italia sono stranieri, così come la metà delle mozzarelle sono fatte con latte o addirittura cagliate provenienti dall’estero, ma nessuno lo sa perché non è obbligatorio riportarlo in etichetta”.

Insomma, se la filiera della mozzarella di bufala campana dop – a meno di un anno dalla legge sulla tracciabilità – ha già raggiunto risultati importanti in termini di tracciabilità, l’etichettatura obbligatoria potrebbe aumentare anche la trasparenza sui prodotti al di fuori dell’area di origine protetta, rendendo l’esperienza di consumo dei latticini sempre più sicura, oltre che piacevole.

Segnalaci le tue news attraverso la pagina Contatti

Notizie D'Origine Controllata

  • No alle fake news, sì alle buffalo news. Il Consorzio di Tutela Mozzarella di Bufala Campana Dop, in collaborazione con il mensile Leggere:tutti, per celebrare l’Anno del Cibo italiano nel mondo ha indetto il concorso “Ti racconto una bufala”, un contest letterario per la realizzazione di brevi racconti (massimo 6.000 [...]

  • Sta per partire il secondo anno di studi della Scuola di formazione lattiero casearia del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop, presso le Reali Cavallerizze della Reggia di Caserta. La scuola ambisce a formare le future figure chiave del comparto, dai casari ai manager dell’export fino agli [...]

  • Gastronomia, solidarietà, intrattenimento: questi alcuni degli ingredienti della Festa solidale del sorriso “Sapori di bufala”, organizzata dall’Associazione Arcobaleno Marco Iagulli Onlus, in via Rosa Jemma. La manifestazione, giunta alla quarta edizione, è in programma presso l’area esterna dell’Istituto “Enzo Ferrari” di Battipaglia da venerdì 21 a domenica 23 settembre. A [...]

  • Il comparto della mozzarella di bufala si è confermato in ottima salute anche nel primo semestre del 2018. Come comunicato dal Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop, da gennaio a giugno 2018 la produzione ha registrato un incremento del 4,4%. Negli ultimi due anni si è raggiunto [...]

  • Battipaglia celebra la sua “regina”. Da venerdì 24 a domenica 26 agosto, presso lo stadio comunale “Luigi Pastena” di Battipaglia, si terrà la terza edizione dell’evento gastronomico “La Zizzona di Battipaglia in festa”, organizzato dalla Pro Loco ‘A Castelluccia, dal Caseificio La Fattoria e da Radio Castelluccio con il patrocinio [...]

  • A circa un anno dall’inizio della querelle, il Tar del Lazio ha bocciato il ricorso da parte della Campania contro il riconoscimento del marchio Dop per la Mozzarella di latte vaccino di Gioia del Colle. La motivazione risiede nella differente tipologia di latte – da un lato di bufala, dall’altro [...]

  • Il primo ricettario del Team Costa del Cilento, squadra di cuochi che omaggia la cucina cilentana e la Dieta mediterranea, non poteva che riservare un ruolo da protagonista alla mozzarella di bufala. Tra le ricette più interessanti c’è quella ideata dallo chef Giuseppe Gaudino di Torre Bassano, a Torre del [...]

  • È la mozzarella il secondo prodotto tipico italiano più ricercato dagli utenti Google sparsi per il mondo. L’amato latticino è superato solo dal prosecco e seguito da gorgonzola, ricotta e tartufo. Lo dicono i risultati di uno studio basato su Google Trend e condotto in occasione della prima edizione del [...]

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons.