brevetto-mozzarellaPresto la mozzarella di bufala potrebbe diventare un prodotto ancor più fruibile, da poter gustare fresco da un angolo all’altro del pianeta. Questo grazie al protocollo di conservazione LAMO’, contenuto in un brevetto europeo, che permette di mantenere intatti il gusto e le proprietà del prelibato latticino a distanza di giorni, settimane e persino mesi dalla data di produzione vera e propria.

L’idea è venuta ad un tecnologo alimentare ebolitano, il dottor Enrico La Monica, ed è diventata realtà anche grazie alla consulenza del laboratorio di Analisi Sensoriale della facoltà di Agraria dell’Università della Basilicata. Tutto è partito da un viaggio effettuato dal tecnologo negli Stati Uniti, per conto di alcune aziende italiane, con l’obiettivo di verificare le possibilità di commercializzazione della mozzarella. Quest’ultima presentava un ostacolo apparentemente ineludibile: i lunghi tempi di trasporto, che inevitabilmente influivano sulla qualità del prodotto.

Ci sono voluti circa dieci anni di studi prima di arrivare alla soluzione del problema, ovvero alla scoperta che oggi potrebbe rivoluzionare il mercato lattiero caseario: una procedura di conservazione capace di preservare la freschezza della mozzarella come se fosse appena uscita dalle vasche.  

Ma in cosa consiste la magica intuizione? Il prodotto, dopo alcuni giorni di congelamento e di conservazione con i metodi classici, viene immerso in un recipiente pieno d’acqua, e successivamente riscaldato per lo scongelamento con il sistema a microonde. In questo modo la mozzarella si scongela, e “miracolosamente” recupera il suo gusto e le sue proprietà originarie.   

Una volta elaborato il protocollo, La Monica e i suoi collaboratori hanno commissionato uno studio all’Università della Basilicata, che ha certificato che la mozzarella, sottoposta a tale procedura, manteneva le stesse caratteristiche del prodotto fresco: fragranza, qualità e sapore. Dopo un lungo e complesso iter, è arrivato il riconoscimento del brevetto europeo, che abbatte ogni possibile limitazione al consumo universale dell’oro bianco, sempre più simbolo del made in Italy nel mondo. E non è finita qui: qualche giorno fa, in occasione del SIAL Paris, il Salone Internazionale dell’Alimentazione, il kit LAMO’ è stato selezionato tra i primi dieci prodotti italiani più innovativi, il che la dice lunga sulla portata che potrebbe avere questa invenzione.  

Segnalaci le tue news attraverso la pagina Contatti

Tagged with →  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizie D'Origine Controllata

  • Per il secondo anno la città di Battipaglia si prepara a celebrare uno dei suoi prodotti oggi più identificativi, anche grazie alla consacrazione nel film “Benvenuti al Sud”. Da venerdì 15 a domenica 17 settembre presso lo stadio “Luigi Pastena” torna “La Zizzona di Battipaglia in festa”. L’evento è promosso [...]

  • Dal 15 al 17 settembre, tre giorni di degustazioni, musica e intrattenimento, con protagonista l’oro bianco della Piana del Sele Torna per il terzo anno la Festa Solidale del Sorriso “Sapori di Bufala”, in programma da venerdì 15 a domenica 17 settembre, insieme alla 12° Edizione di “Donare la Speranza [...]

  • La mozzarella pugliese di latte vaccino ha ora la denominazione di origine protetta. La pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale ha ufficialmente riconosciuto il marchio Dop alla “Mozzarella di Gioia del Colle”. Il nome avrebbe dovuto essere inizialmente “Treccia della Murgia e dei Trulli”, così come si chiama l’associazione di produttori pugliesi [...]

  • Domani 4 agosto, a partire dalle ore 10:00 a Battipaglia, si svolgerà una manifestazione a difesa della mozzarella di Bufala Campana Dop, quella vera! Si tratta di una raccolta firme per dire no alla mozzarella congelata. Ad organizzare il presidio è stato il comitato “No alla Mozzarella di Bufala campana [...]

  • Tra i banchi per imparare la preziosa arte dell’oro bianco. Il 21 giugno è stata presentata a Caserta la Scuola nazionale di formazione lattiero casearia del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana DOP. “La formazione va vista in un’ottica moderna. Nel 2017, in un mondo sempre più globale [...]

  • Partirà da Milano l’edizione 2017 delle Strade della Mozzarella (LSDM), particolarmente attesa perché celebrerà il decennale della manifestazione. L’appuntamento con la prima tappa è per mercoledì 1° febbraio nella doppia location del Lentini’s Pizza & Restaurant (via Tivoli) e del Baglioni Hotel Carlton (Via Senato) di Milano.       A partire [...]

  • Le Strade della Mozzarella tornano ad incrociarsi. Dopo il successo dell’edizione 2016, conclusasi lo scorso ottobre nella Capitale, il congresso internazionale di cucina d’autore si prepara a tornare, in un 2017 che segna anche il suo decennale. La manifestazione Le Strade della Mozzarella (LSDM) partirà il 1° febbraio a Milano, [...]

  • Il 2016 è stato per la mozzarella di bufala un anno fortunato per vari aspetti. Il prelibato latticino, infatti, ha visto aumentare la produzione del 7% rispetto al 2015, ma ha anche accresciuto il proprio gradimento sul mercato internazionale. A detta del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana [...]

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons.