Studenti in visita al Consorzio di tutela della mozzarella di bufala. Fonte: www.mozzarelladop.it

Studenti in visita al Consorzio di tutela della mozzarella di bufala. Fonte: www.mozzarelladop.it

La nuova sede del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana DOP, le Regie Cavallerizze della Reggia di Caserta, ha aperto le proprie porte alle iniziative di alternanza scuola lavoro. Un ulteriore riconoscimento dell’importanza del contributo dei giovani alla crescita della filiera bufalina.

L’11 novembre il Consorzio ha accolto per la prima volta un gruppo di studenti, provenienti dal corso in “Servizi commerciali” dell’Istituto tecnico superiore “Enrico Mattei” di Aversa. I trentasei ragazzi, accompagnati da due docenti, hanno prima visitato un’azienda agricola, per poi arrivare alle Regie Cavallerizze, dove hanno avuto modo di conoscere le funzioni e l’organizzazione del Consorzio di Tutela della Mozzarella, nonché le sue iniziative volte alla crescita del settore. Inoltre non è mancato un momento di riflessione sulle principali problematiche che minacciano oggi la crescita della filiera DOP: la contraffazione e la concorrenza sleale.

E ancora, gli studenti hanno seguito una lezione a cura dello chef Peppe Daddio della scuola di cucina Dolce&Salato di Maddaloni, in cui hanno potuto toccare con la mano la versatilità del latticino in cucina, e degustare ricotta e mozzarella di bufala campana DOP. Nel corso della giornata, è stato possibile per i giovani anche visitare la Reggia di Caserta, a consolidamento del binomio tra eccellenze agroalimentari e beni culturali che è proprio alla base del nuovo corso del Consorzio.  

“I giovani e la formazione – ha sottolineato il presidente, Pasquale Raimondo – sono due elementi fondamentali per il corretto sviluppo del settore. Per mantenere livelli di eccellenza qualitativa del prodotto è indispensabile un investimento sulle nuove generazioni: questa è una delle priorità del Consorzio che intende perseguire con il progetto di sinergia con la Reggia di Caserta”.

L’obiettivo del percorso di formazione è allora quello di favorire la conoscenza e le potenzialità di un settore già piuttosto giovane – con il 33% di under 32 e l’86% di under 50 – e incentivare così sempre di più il ricambio generazionale, grande leva per l’innovazione della filiera.

Segnalaci le tue news attraverso la pagina Contatti

One Response to Il Consorzio di tutela della Mozzarella di Bufala si apre agli studenti

  1. Ciao, grazie molte dell’articolo, l’ho letto con attenzione e mi è piaciuto.

Notizie D'Origine Controllata

  • Gastronomia, solidarietà, intrattenimento: questi alcuni degli ingredienti della Festa solidale del sorriso “Sapori di bufala”, organizzata dall’Associazione Arcobaleno Marco Iagulli Onlus, in via Rosa Jemma. La manifestazione, giunta alla quarta edizione, è in programma presso l’area esterna dell’Istituto “Enzo Ferrari” di Battipaglia da venerdì 21 a domenica 23 settembre. A [...]

  • Il comparto della mozzarella di bufala si è confermato in ottima salute anche nel primo semestre del 2018. Come comunicato dal Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop, da gennaio a giugno 2018 la produzione ha registrato un incremento del 4,4%. Negli ultimi due anni si è raggiunto [...]

  • Battipaglia celebra la sua “regina”. Da venerdì 24 a domenica 26 agosto, presso lo stadio comunale “Luigi Pastena” di Battipaglia, si terrà la terza edizione dell’evento gastronomico “La Zizzona di Battipaglia in festa”, organizzato dalla Pro Loco ‘A Castelluccia, dal Caseificio La Fattoria e da Radio Castelluccio con il patrocinio [...]

  • A circa un anno dall’inizio della querelle, il Tar del Lazio ha bocciato il ricorso da parte della Campania contro il riconoscimento del marchio Dop per la Mozzarella di latte vaccino di Gioia del Colle. La motivazione risiede nella differente tipologia di latte – da un lato di bufala, dall’altro [...]

  • Il primo ricettario del Team Costa del Cilento, squadra di cuochi che omaggia la cucina cilentana e la Dieta mediterranea, non poteva che riservare un ruolo da protagonista alla mozzarella di bufala. Tra le ricette più interessanti c’è quella ideata dallo chef Giuseppe Gaudino di Torre Bassano, a Torre del [...]

  • È la mozzarella il secondo prodotto tipico italiano più ricercato dagli utenti Google sparsi per il mondo. L’amato latticino è superato solo dal prosecco e seguito da gorgonzola, ricotta e tartufo. Lo dicono i risultati di uno studio basato su Google Trend e condotto in occasione della prima edizione del [...]

  • Più leggera e digeribile e più povera di grassi. L’ultima novità dalla terra dell’oro bianco si chiama Mozzasnella ed è la nuova mozzarella light ideata dal Caseificio Fratelli Di Lascio di Capaccio Paestum. La Mozzasnella è realizzata con latte di bufala e latte vaccino di alta qualità: “Le prime mozzarelle [...]

  • Dopo la tappa “casalinga” di Paestum, Le Strade Della Mozzarella (LSDM), il congresso internazionale di cucina d’autore dedicato alla Mozzarella di Bufala Campana DOP, si prepara a sbarcare per la terza volta nella Grande Mela. Il 27 e il 29 giugno 2018, presso la pizzeria Kestè in Fulton Street, si percorrerà [...]

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons.