camera dei deputatiUn passo importante è stato compiuto in Parlamento in direzione della tutela della mozzarella di bufala campana Dop. Il 22 giugno la Camera dei deputati ha infatti approvato all’unanimità la risoluzione presentata dal deputato Paolo Russo, già recepita dalla Commissione parlamentare anticontraffazione. “Per la prima volta – ha commentato il deputato napoletano – il Parlamento nazionale si occupa di un prodotto che è la terza DOP d’Italia e la prima del Sud. É questo il segnale della sensibilità verso i temi dell’agricoltura intesa come elemento di attrazione culturale che, quando praticata nel rispetto della tradizione, dei territori e del consumatore, rappresenta elemento di crescita economica e sociale”.

La risoluzione si sviluppa su quaranta pagine, che ripercorrono la storia normativa e produttiva della mozzarella di bufala campana ma non solo: si parla infatti anche di basso Molise, basso Lazio e alta Puglia. Presente anche un focus sulla tracciabilità di filiera, che sta contribuendo a riavvicinare allevatori e trasformatori, anche grazie all’aumento del prezzo del latte.

Tra le proposte operative per tutelare ulteriormente la filiera bufalina c’è il rafforzamento ulteriore della piattaforma informatica del Sian (Sistema Informativo Agricolo Nazionale) gestita dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno di Portici, che oggi presiede alla tracciabilità del latte di bufala su tutto il territorio nazionale. Ma anche il possibile futuro obbligo di indicare sull’etichetta tutti gli ingredienti anche per i prodotti non Dop, che andrebbe a rafforzare indirettamente il prodotto tutelato, a patto che questo sia meglio conosciuto dal consumatore, attraverso campagne di educazione alimentare ad hoc. Bisogna infatti puntare sulla valorizzazione del disciplinare Dop, che trova il proprio punto di forza nell’utilizzo di latte entro 60 ore dalla mungitura.

“Prevale così il modello tipicamente italiano del prodotto locale – ha aggiunto Russo, relatore del documento – in grado di evocare territori e di assicurare genuinità e ricetta esclusiva. Questo non vuol dire sbarrare la strada ai mercati internazionali ma lavorare ad una strategia che, oltre a tutelare l’immagine del Made in Italy nel mondo, produca effetti benefici al turismo ed ai percorsi del buon cibo dentro contesti ricchi di attrazioni paesaggistiche, storiche ed artistiche”.

Il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop, che si riunirà in assemblea il prossimo 1° luglio, ha espresso soddisfazione per questo risultato, che fa ben sperare sulla salvaguardia dell’autenticità del nostro prodotto di eccellenza.

Segnalaci le tue news attraverso la pagina Contatti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Notizie D'Origine Controllata

  • Si avvicina l’11esima edizione de Le Strade Della Mozzarella (LSDM), il congresso internazionale di cucina d’autore che ruota intorno al prelibato latticino. L’appuntamento è per mercoledì 23 e giovedì 24 maggio 2018 presso il Savoy Beach Hotel di Paestum (Sa). Il tema dell’edizione sarà Eat well and stay well, ovvero [...]

  • Ben cinque aziende produttrici di mozzarella di bufala campana tra la Piana del Sele e il Vallo di Diano rappresenteranno il nostro territorio a Cibus, Salone internazionale dell’alimentazione, in programma alla Fiera di Parma il 7 e l’8 maggio 2018. Andiamo a conoscerle. Caseificio Tre Stelle Padiglione 02 – Stand [...]

  • La mozzarella si conferma uno dei prodotti trainanti del nostro territorio. Quello che riunisce le aziende produttrici di mozzarella di bufala campana, infatti, è l’unico distretto della Campania – e uno dei tre del Sud – ad essere rientrato nella top 20 dei distretti italiani per performance di crescita e [...]

  • Secondo alcuni documenti risalenti al XIV secolo, la prima testimonianza storica della mozzarella di bufala è legata alla “saporosa”, mozzarella prodotta a Eboli, nella Piana del Sele. Terra che avrebbe quindi dato i natali al nostro prezioso oro bianco. La produzione e il consumo della mozzarella di bufala, secondo quanto [...]

  • Per il secondo anno la città di Battipaglia si prepara a celebrare uno dei suoi prodotti oggi più identificativi, anche grazie alla consacrazione nel film “Benvenuti al Sud”. Da venerdì 15 a domenica 17 settembre presso lo stadio “Luigi Pastena” torna “La Zizzona di Battipaglia in festa”. L’evento è promosso [...]

  • Dal 15 al 17 settembre, tre giorni di degustazioni, musica e intrattenimento, con protagonista l’oro bianco della Piana del Sele Torna per il terzo anno la Festa Solidale del Sorriso “Sapori di Bufala”, in programma da venerdì 15 a domenica 17 settembre, insieme alla 12° Edizione di “Donare la Speranza [...]

  • La mozzarella pugliese di latte vaccino ha ora la denominazione di origine protetta. La pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale ha ufficialmente riconosciuto il marchio Dop alla “Mozzarella di Gioia del Colle”. Il nome avrebbe dovuto essere inizialmente “Treccia della Murgia e dei Trulli”, così come si chiama l’associazione di produttori pugliesi [...]

  • Domani 4 agosto, a partire dalle ore 10:00 a Battipaglia, si svolgerà una manifestazione a difesa della mozzarella di Bufala Campana Dop, quella vera! Si tratta di una raccolta firme per dire no alla mozzarella congelata. Ad organizzare il presidio è stato il comitato “No alla Mozzarella di Bufala campana [...]

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons.