Si avvicina l’11esima edizione de Le Strade Della Mozzarella (LSDM), il congresso internazionale di cucina d’autore che ruota intorno al prelibato latticino.

L’appuntamento è per mercoledì 23 e giovedì 24 maggio 2018 presso il Savoy Beach Hotel di Paestum (Sa).

Il tema dell’edizione sarà Eat well and stay well, ovvero il motto di Ancel Keys, il padre della Dieta mediterranea. L’ingresso è gratuito previo accredito (da richiedere entro il 19 maggio) ed è aperto ad aziende, giornalisti, blogger e appassionati.

Oltre 50 chef da tutto il mondo, con un occhio particolare ai paesi che vedono movimenti gastronomici in ascesa, come Turchia, Russia e Thailandia. E ancora, Usa, Germania, Svezia, Austria, Portogallo, Francia, Spagna, Slovenia. Non mancheranno alcuni dei migliori chef stellati dei ristoranti dello Stivale: Heinz Beck (La Pergola, Roma), Peppe Stanzione (Le Trabe, Paestum), Peppe Guida (Antica Osteria Nonna Rosa, Vico Equense), Luigi Salomone (Piazzetta Milù, Castellammare di Stabia), Paolo Gramaglia (President, Pompei), Pasquale Palamaro (Indaco, Lacco Ameno, Ischia).

Tra gli omaggi all’oro bianco, citiamo l’Atelier La Mozzarella di Bufala Campana DOP nella ristorazione d’autore, in collaborazione con il Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana (il 23 maggio alle 17,30 e il 24 maggio alle 12,30). Uno spazio d’eccezione sarà dedicato alla pizza, il 23 maggio alle 19,15, con la presenza dei primi cinque classificati di 50 top pizza: Franco Pepe (Pepe in Grani, Caiazzo, Ce), Gino Sorbillo (Gino Sorbillo ai Tribunali, Napoli), Francesco e Salvatore Salvo (Francesco & Salvatore Salvo, San Giorgio a Cremano, Na), Enzo Coccia (Pizzaria La Notizia 94, Napoli) e Simone Padoan (I Tigli, San Bonifacio, Vr). Il programma completo è consultabile sul sito ufficiale della manifestazione. 

L’evento sarà anche l’occasione per presentare i 10 punti del Manifesto del cuoco moderno, ispirato alla Dieta mediterranea:

  1. Proporre frutta e verdura, sia nella parte salata che in quella dolce, rispettando la stagionalità degli ingredienti;
  2. Preferire l’olio extravergine d’oliva come grasso principale;
  3. Non far mancare la pasta secca, segno distintivo dell’italianità nel mondo;
  4. Utilizzare sempre di più le proteine vegetali – come i legumi – contribuendo al recupero delle varietà tradizionali presenti largamente in tutta Italia;
  5. Preferire i prodotti da agricoltura e allevamenti sostenibili scegliendo tra quelli provenienti da filiera trasparente;
  6. Valorizzare i piccoli artigiani locali, avendo però cura di preferire sempre il chilometro buono al chilometro zero;
  7. Rispettare la territorialità e le tradizioni gastronomiche locali;
  8. Porre attenzione ai disturbi alimentari dei propri ospiti e, in generale, proporre piatti equilibrati dal punto di vista nutrizionale;
  9. Usare la tecnologia in cucina, non come fine, ma come strumento per migliorare le tradizioni;
  10. Aprirsi al confronto con i colleghi a livello internazionale e favorire le contaminazioni interdisciplinari.

Dopo la due giorni di Paestum, anche quest’anno Le Strade della Mozzarella torneranno a incrociare la Grande Mela: la prossima tappa sarà infatti New York il 26 e 28 giugno e il 1° luglio, per poi chiudere il calendario di eventi a ottobre a Copenhagen.

Segnalaci le tue news attraverso la pagina Contatti

Notizie D'Origine Controllata

  • Il primo ricettario del Team Costa del Cilento, squadra di cuochi che omaggia la cucina cilentana e la Dieta mediterranea, non poteva che riservare un ruolo da protagonista alla mozzarella di bufala. Tra le ricette più interessanti c’è quella ideata dallo chef Giuseppe Gaudino di Torre Bassano, a Torre del [...]

  • È la mozzarella il secondo prodotto tipico italiano più ricercato dagli utenti Google sparsi per il mondo. L’amato latticino è superato solo dal prosecco e seguito da gorgonzola, ricotta e tartufo. Lo dicono i risultati di uno studio basato su Google Trend e condotto in occasione della prima edizione del [...]

  • Più leggera e digeribile e più povera di grassi. L’ultima novità dalla terra dell’oro bianco si chiama Mozzasnella ed è la nuova mozzarella light ideata dal Caseificio Fratelli Di Lascio di Capaccio Paestum. La Mozzasnella è realizzata con latte di bufala e latte vaccino di alta qualità: “Le prime mozzarelle [...]

  • Dopo la tappa “casalinga” di Paestum, Le Strade Della Mozzarella (LSDM), il congresso internazionale di cucina d’autore dedicato alla Mozzarella di Bufala Campana DOP, si prepara a sbarcare per la terza volta nella Grande Mela. Il 27 e il 29 giugno 2018, presso la pizzeria Kestè in Fulton Street, si percorrerà [...]

  • I migliori chef del nostro territorio amano sperimentare nuovi abbinamenti della mozzarella di bufala. Per questo il nostro oro bianco non poteva che essere protagonista del primo ricettario “Team Costa del Cilento 2018”, un viaggio alla scoperta dei sapori del Cilento e della Dieta mediterranea, con la guida dei cuochi [...]

  • Il mercato della mozzarella di bufala campana è in continua evoluzione. L’ultima novità si chiama Bianco Cuore ed è una mozzarella di bufala con Omega 3 arricchita con Omega 6. La specialità nasce da un progetto frutto della collaborazione tra la società Lipinutragen, spin-off del CNR di Bologna, e l’imprenditore [...]

  • “Tutti sono liberi di produrre dove vogliono. Io sono per il libero mercato. Ma ognuno dovrebbe fare quello che sa fare. Io non comprerei mai whisky fatto ad Amalfi”. È caustica la risposta data da Pier Maria Saccani, direttore del Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala Campana Dop, all’Economist [...]

  • Se l’alta cucina ha sdoganato gli abbinamenti più insoliti, anche nel menù di tutti giorni si può introdurre un tocco di originalità a partire da piatti e ingredienti semplici e genuini. Oggi ad esempio vi proponiamo, in alternativa ai classici spiedini mozzarella e pomodorini, gli spiedini di mozzarella e fragole. [...]

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons.